PRATO-BASILICO-3945.jpeg

Chi siamo

L’  ecovillaggio Corricelli  è anche noto con il nome dell’associazione Basilico, ideatrice del progetto. Per molti anni, numerosi soci di Basilico hanno contribuito alla ristrutturazione e alle attività di Corricelli. Si tratta di un piccolo borgo, in gran parte ristrutturato, in un ambiente boschivo e circondato da terreni agricoli abbandonati, nel comune Cantagallo - provincia di Prato. Il progetto Corricelli inizia nel 2003 con la neofondata Associazione Basilico, i cui soci montano tende e roulotte e realizzano come prima costruzione la “Basilica”, ancora oggi il cuore del villaggio: una grande palafitta di legno che ospita la cucina, immersa nella folte vegetazione dei boschi che hanno preso possesso del territorio, un tempo coltivato con vigneti, uliveti e frutteti.

Dopo il primo inverno il gruppo si riduce drasticamente e restano quattro pionieri che scelgono di autocostruire delle capanne in balle di paglia e legno, come abitazioni durante i lavori di ristrutturazione che si prevedono lunghi e impegnativi. Per molti anni Corricelli rimane sprovvisto di energia elettrica e connessione internet e permette ai suoi abitanti, agli ospiti a corto e lungo termine e ai tanti volontari, di scoprire la felicità di una tale decrescita radicale. Grazie alla mancanza di fondi, i lavori di ristrutturazione procedono con inaudita lentezza e Corricelli diventa simbolo di “Slow is beautiful”. Nel frattempo gli interessi e i talenti del gruppo si focalizzano sull’autocostruzione, la progettazione in Permacultura, l’Agricoltura Sinergica, la Comunicazione Empatica, Mindfulness e Biodanza.

Nel 2022 a Corricelli, che si è costituito in Aps, vivono 8 residenti nelle case del Borgo. Le due casette di paglia sono sempre presenti. Impianti fotovoltaici, collettori solari e varie sorgenti garantiscono l’autosufficienza energetica. Da poco si sono conclusi i lavori di ristrutturazione del casolare più grande che ospita anche la foresteria, ovvero una grande stanza utilizzata per ospitare volontari e ospiti in inverno. Durante il periodo primaverile ed estivo i volontari e gli ospiti montano la tenda sulle piazzole nel bosco, con compost toilette e doccia nelle vicinanze.

pannello solare_edited.jpg
Autocostruzione2.jpeg

Oltre all’ettaro di proprietà, coperto da bosco nel quale si sono inseriti piccoli orti, alberi da frutta e un grande pollaio, l’associazione ha ottenuto 11 ettari di terra in concessione, dove per ora ha realizzato un campo destinato alla coltivazione di patate e grano, e un orto sinergico in collaborazione con la Libera Scuola Emilia Hazelip. Corricelli mira all’autosufficienza alimentare, contando anche sulla possibilità di collaborazione e scambi con altri agricoltori nelle vicinanze.

L’alimentazione del gruppo è prevalentemente vegetariana e biologica ma non escludiamo l’uso sporadico di carne allevata come si deve.

Corricelli sogna:

- Continuare a basare le relazioni all’interno del gruppo sul rispetto e affetto reciproco

- Allargare il gruppo con persone giovani appassionate di agricoltura

- Recuperare l’ultimo rudere

- Conservare il “cuore selvatico” del luogo continuando a offrire esperienze profonde di contatto con la natura

Statuto ed Enfiteusi